Dicembre 4, 2022
Generazione Sangiovese
AGRICOLTURA NEWS SOSTENIBILITA VINO

“Generazione Sangiovese” il nuovo progetto delle colline toscane: tra tradizione, impegno, passione e sostenibilità

Generazione Sangiovese: quando “il tutto è maggiore della somma delle parti“. Piccoli produttori di vino si uniscono per raccontare un nuovo progetto all’interno della manifestazione God Save The Wine che si è tenuta giovedì 17 novembre a Roma, presso l’Hotel de La Ville a Trinità dei Monti. L’obiettivo è quello di valorizzare la viticoltura artigianale in Toscana.

I primi che hanno creduto nell’idea ed hanno fondato il movimento sono stati Costanza Cuccuini e Filippo Mazzorana, enologo, titolari di Enocofi, una società di consulenza enologica e servizi alle aziende vitivinicole nata proprio sotto pandemia agli inizi del 2021.

Sono sette le aziende delle colline toscane che si stanno impegnando nella promozione di un vino autentico, frutto della tradizione tramandata di generazione in generazione. Come si evince dal nome del progetto, il protagonista è il Sangiovese, nobile vitigno a bacca rossa che più di tutti identifica la Toscana.
Aziende, ognuna con la sua storia da narrare; nei loro vini si sente il profumo della terra, si respira il clima di quelle colline, si assapora il terroir e si percepiscono le mani che ogni giorno interagiscono con la natura in una maniera artigianale.

Li abbiamo sentiti parlare i rappresentanti di queste realtà, dimostrano passione, competenza che si è sviluppata nel tempo e know-how di ciò che è stato il passato, perché è solo guardando alle vecchie generazioni che si può approcciare ad un futuro più attento alla sostenibilità dell’agricoltura.

Le aziende che hanno partecipato sono state: Il Poderino che ha presentato in assaggio un Chianti Classico Riserva Docg 2013 e un Vin Santo del Chianti 2014; Podere Al Castello con il suo Chianti; Valdilago con il suo Ermione un Toscano Rosso IGT e Larte Vin Santo del Chianti Doc; Fattoria Terranova con il suo Chianti Riserva; La Collina con il suo Chianti Classico Docg e con il Vinsanto del Chianti Classico; Fattoria di Doccia con il suo “Rubinato” Chianti Rufina Biologico 2019; Perelli con il suo “Maestà” Chianti Superiore Riserva e “L’Idamo” Igt Passito Toscana.

Ognuno di loro si è presentato come “vignaiolo”, chi sul filone delle generazioni passate, chi invece come nuova prospettiva di vita lavorativa, con un solo desiderio: essere identificato con il valore del proprio lavoro.

Generazione Sangiovese, è una formula vincente che apre concrete possibilità di espansione, promozione e commercializzazione ad ognuna di queste piccole realtà artigiane, rendendole concorrenziali nel mercato.