Luglio 16, 2024
BEREEVENTINEWS

Amaro Tattico, l’amaro artigianale che strizza l’occhio alla mixology!

Per festeggiare il primo anno dall’entrata in commercio di Amaro tattico, Vinificio a Roma ha aperto i suoi spazi per una masterclass il cui amaro era il protagonista insieme a tanti ospiti.

Il mondo degli Amari negli ultimi tempi sta riscoprendo una notorietà che si era andata un po’ a perdere nel tempo. Oggi stanno nascendo giovani realtà pop e dinamiche in grado di fornire prodotti eccellenti e versatili. Proprio quest’ultimo è il grande punto di forza che è stato riscontrato dai ragazzi di Amaro Tattico durante le lunghe sessioni di esperimenti che hanno portato avanti nel periodo pandemico.

Il progetto Amaro tattico

Gli ideatori di questo progetto sono: Remo Giannattasio, responsabile della distribuzione a seguito di un lungo periodo passato nel mondo dell’hospitality, Michele Ferruccio, bartender e gestore di importanti realtà del settore food e beverage del panorama romano, e Letizia Lazzaro, studiosa, laureata in Chimica e Fisica.

Quasi per gioco e curiosità, ma accomunati dal desiderio di innovazione, hanno unito le proprie forze e saperi dando alla luce un liquore fresco e ben bilanciato ideale in purezza, ma ottimamente declinabile in diverse preparazioni dell’arte della miscelazione sprigionando il meglio di sé nei drink da aperitivo in stile Negroni, Boulevardier e Martinez, o in highball rinfrescanti a bassa gradazione.

Siamo partiti da un amaro miscelabile ma che trova la sua forma ideale in funzione di chi lo beve e come lo apprezza nel bicchiere. È un amaro, appunto, tattico, che ti accompagna dall’aperitivo al dopo cena e prende la forma più appropriata rispetto al proprio stile di bevuta e alla tipologia di serata” confida Michele.

Le caratteristiche di questo amaro si sviluppano grazie a dieci botaniche utilizzate tra cui spiccano note di arancio dolce e amaro, china, genziana, artemisia, camomilla e zenzero. Ogni singolo ingrediente viene lavorato singolarmente in modo tale da ottenere il meglio da ognuno di essi per mezzo di processi di infusione e per altri di distillazione.

In fase di preparazione non vengono utilizzati aromi industriali o coloranti e il saccarosio viene in parte sostituito dal destrosio che ne abbassa il tenore zuccherino (170 g. /litro).

Tattico Experience

In occasione del primo compleanno di Amaro Tattico, il locale Vinificio ha ospitato lo staff in compagnia di diversi interpreti dell’arte della mixology nazionale; Angelo Pinelli di Triplo a Roma, Denis Paonessa di La Mènagere a Firenze e Peppe Doria di Volare a Bologna.

Il pomeriggio è iniziato con una masterclass in cui gli ideatori del progetto hanno raccontato la loro breve storia spiegando le particolarità che lo hanno reso possibile.

È stato possibile degustare il prodotto in purezza dal quale si è evidenziato alla vista un colore rosso con sfumature violacee e riflessi dorati, al naso un’armonia di agrumi ed erbe officinali con una freschezza speziata e floreale e all’assaggio coerentemente a ciò che era stato evidenziato sono state ritrovate le stesse note.

Successivamente c’è stato modo di testarlo nell’ambito della miscelazione con tre cockatil presentati dai guest in abbinamento a tre sfiziose ricette dell chef Francesco Russo di Bramea a Roma. Di seguito le proposte:

  • Hey bros!” di Angelo Pinelli di Triplo a Roma: Amaro Tattico, Irish whisky, passito acidificato, Verjus in abbinamento al salmone in scapece, lattuga alla brace e salsa bb
  • Cherry Negroni” di Denis Paonessa di La mènagere a Firenze: Amaro Tattico, London dry gin, Cherry Wine in abbinamento alla tartare di manzo, verza, cipolle stufate, caffè e nocciole.
  • Amore Tattico” di Peppe Doria di Volare a Bologna: Amaro Tattico, Rosolio di rosa e vaniglia soikenza, succo di limone, pepe timut.

Un pomeriggio che ha dato modo a giornalisti ed esperti del settore dell’ospitalità di conoscere un prodotto che sta già riscontrando un buon successo non solo nei confronti degli amanti dei liquori, ma è già avviata la collaborazione con tanti locali romani nel quale è possibile provare Amaro Tattico sia come dopo pasto che che nel mondo della mixology. Perchè come suggerisce la parola, è tattico!

Oggi stanno nascendo giovani realtà pop e dinamiche in grado di fornire prodotti eccellenti e versatili. Proprio quest’ultimo è il grande punto di forza che è stato riscontrato dai ragazzi di Amaro Tattico durante le lunghe sessioni di esperimenti che hanno portato avanti nel periodo pandemico.

In occasione del primo compleanno di Amaro Tattico, il locale Vinificio ha ospitato lo staff in compagnia di diversi interpreti dell’arte della mixology nazionale; Angelo Pinelli di Triplo a Roma, Denis Paonessa di La Mènagere a Firenze e Peppe Doria di Volare a Bologna.

Gli ideatori di questo progetto sono: Remo Giannattasio, responsabile della distribuzione a seguito di un lungo periodo passato nel mondo dell’hospitality, Michele Ferruccio, bartender e gestore di importanti realtà del settore food e beverage del panorama romano, e Letizia Lazzaro, studiosa, laureata in Chimica e Fisica.